Disoccupazione, recessioni e mercato azionario

Era un pò di tempo che non volgevo lo sguardo al grafico di cui sopra e sono rimasto piacevolmente sorpreso e speranzoso nel guardarlo. Il grafico mostra la relazione tra disoccupazione e indice S&P500 (principale indice americano e mondiale) dal 1948 ad oggi. Prima di tutto appare evidente come l’indice di dispoccupazione si muova in un range compreso tra 4 e 10%. Appare altresì evidente come vi sia una relazione inversa tra indice di borsa e tasso di disoccupazione per cui ai punti di massimo del tasso di disoccupazione corrispondono altrettanti punti di minimo del mercato azionario così come  a tassi crescenti della disoccupazione corrispondono trend ribassisti del mercato azionario e viceversa con tassi di disoccupazione decrescenti trend rialzisti. Dallo scoppio della bolla immobiliare nel 2007 il tasso di disoccupazione ha toccato il suo massimo, corrispondente al 10,2%, nel mese di ottobre 2009 ovvero dopo che il mercato azionario aveva toccato un minimo nel marzo dello stesso anno. Da allora il mercato del lavoro negli USA è migliorato in maniera moderata ma costante ed il tasso di disoccupazione è al 9% mentre il mercato azionario è in trend rialzista. Ad essere ottimisti verrebbe da pensare che mano mano che migliorerà l’occupazione  il mercato azionario crescerà e quindi il dato di questo mese che va in questo senso è una buona notizia. Il grafico illustra anche (evidenziandoli in violetto) i periodi di recessione (due trimestri consecutivi con PIL negativi). Dal 1948 abbiamo avuto 11 recessioni diverse per profondità e spessore ma la frequenza della loro manifestazione è stata maggiore dal 1950 al 1980 e soprattutto chi l’avrebbe mai detto nel 1982 che avremmo avuto davanti 20 anni di mercato rialzista così poderoso. Come disse un premio nobel per l’economia sono state previste 8 delle ultime 5 recessioni…… Ovviamente non so cosa accadrà nei prossimi mesi ma so per certo che il mercato azionario è abituato da tempo a scalare il muro delle preoccupazioni.

Annunci

Informazioni su gianlucabati

Consulente finanziario Finecobank
Questa voce è stata pubblicata in Borsa, economia, Finanza, fondi, mercati, risparmio e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Disoccupazione, recessioni e mercato azionario

  1. Fabio ha detto:

    Ottimo articolo Gianluca e … ottimista!
    Tu scrivi:a tassi crescenti della disoccupazione corrispondono trend ribassisti del mercato azionario e viceversa con tassi di disoccupazione decrescenti trend rialzisti.
    Non ho mai capito chi dei due è la causa e chi l’effetto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...