Ma se le certezze crollassero ?

Sono sempre più frequenti le correnti di pensiero che considerano sicuri gli investimenti nelle obbligazioni governative americane e tedesche al punto che anche l’uomo della strada si è convinto che investire in questi paesi significa mettere il proprio denaro in cassaforte. Ma è davvero così ? L’investimento in obbligazioni a tasso fisso ha come obiettivo quello di mantenere costante il potere di acquisto nel tempo o di aumentarlo. Tuttavia i rendimenti reali offerti, ovvero depurati dall’inflazione, nei casi dei bond tedeschi ed americani sono negativi e non solo su scadenze brevi ma anche lunghe. Per capirci quindi, c’è chi è disposto a pagare un prezzo, pur di prestare denaro a soggetti che offrono tranquillità e sicurezza. Ma la Germania con un debito di 1900 miliardi di euro è così sicura ? E lo sono gli USA con un debito che sfiora i 16.000 miliardi di dollari ed un debito privato tra i più alti al mondo ? Si potrà obiettare che contano i rapporti Debito/Pil è che quindi la situazione tedesca ed americana è migliore……già….ma se andassero in recessione anche loro in seguito a politiche  restrittive come vorrebbe fare la Germania ? Ma oggi accade però che con l’incertezza globale sullo sviluppo economico, tutti comprino obbligazioni emesse da stati “sicuri”, facendo crollare i rendimenti nominali e reali. La conseguenza è che in Germania ed in USA i rendimenti nominali sulla parte breve sono zero ed addirittura negativi sulla parte medio lungo. Nessuno sa se le politiche ultra-espansive, che inevitabilmente prevarranno, porteranno inflazione in futuro o stagnazione modello Giappone. Sappiamo però con certezza che, nel primo caso chi investirà in Bund tedeschi a tasso fisso dovrà sopportare perdite pesanti. La tabella qui sotto mostra come il rialzo dei tassi anche di un solo punto porti a perdite importanti tanto maggiori quanto maggiore è la durata media finanziaria del titolo a tasso fisso.  Per esempio, un rialzo del rendimento di un solo punto del titolo decennale, implicherebbe una perdita istantanea del 9,5% per il quale occorrerebbero quattro anni per recuperare al nuovo tasso del 2,3%. Dopo un mercato obbligazionario toro così forte ha senso investire in bonds governativi con rendimenti così bassi ?  Meditate gente….

La tabella indica le variazioni istantanee Bund tedeschi relative ad uno spostamento parallelo della curva rendimenti su tutte le durate di un punto percentuale
 
Annunci

Informazioni su gianlucabati

Consulente finanziario Finecobank
Questa voce è stata pubblicata in economia, Finanza, mercati, risparmio e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...